Juan Borja e la fotografia botanica. Voghera Fotografia 2023

Juan Borja è un fotografo peruviano, nato a Lima, ma è anche biologo specializzato in ecologia. Con la sua fotografia botanica osserva le foglie, le sceglie e aspetta giorni, mesi o addirittura anni prima di fotografarle, perché queste devono prima assumere la forma giusta.

“Per prima cosa bisogna imparare a osservare bene le forme” ci racconta nell’intervista che segue. “Poi serve tanta pazienza e bisogna continuare a osservare nel tempo come le foglie cambiano aspetto”.

Con la fotografia si può cambiare il mondo? Gli abbiamo chiesto. “Forse cambiarlo no, ma aiutare a sensibilizzare il pubblico su tematiche delicate come il cambiamento climatico, sì. Ognuno deve fare la sua parte, anche se piccola”, chiosa Juan.

La video intervista che segue è stata realizzata in occasione del festival nazionale Voghera Fotografia 2023 sottoforma di talk con l’autore, proprio nell’ambito della manifestazione iriense che quest’anno ha concentrato l’attenzione sul tema TERRA CHIAMA TERRA, bellezza, fragilità e risorse del pianeta.

Juan Borja sarà ospite con la sua prima personale in Italia. Presto saranno annunciate luogo e date.

 

 

 

 

 

 

 

Loredana De Pace è giornalista pubblicista, curatrice indipendente e docente. Founder dello Studio CAOS, curatela ed editing (via Puglia, 15 – Monza). È autrice del saggio TUTTO PER UNA RAGIONE. Dieci riflessioni sulla fotografia (emuse, 2017). Dal 2004 scrive per il magazine FOTO Cult Tecnica e Cultura della Fotografia. È editor per i festival di visual narrative Cortona On The Move e per Yeast Photo Festival. È curatrice per il festival di fotografia ColornoPhotoLife. Si occupa della rubrica TAKE CARE of ed è una delle lettrici dell’iniziativa NON CHIAMATELE LETTURE di NOCSensei. È coach su Photocoach.it e collabora con l’associazione culturale NESSUNO[Press]. Ha curato numerosi libri e fanzine, fra cui la monografia MONDI UMANI di Gigi Montali (Corsiero editore), Promenade. Pathos e ironia in costume di Carlo Traini (Crowdbooks) e la fanzine 365 di Jill Vande Wiele. È curatrice di esposizioni fotografiche in Italia e all’estero, partecipa a giurie di premi nazionali e internazionali, collabora con associazioni e festival nell’organizzazione di conferenze e workshop. È docente di progettazione fotografica, photo editing e comunicazione. È docente per Mu.Sa. (Monza) e Orti Fotografici (Milano). Come fotografa ha esposto El pueblo de Salinas e Ecuador: il piccolo gigante (2011, anche volume con introduzione di Luis Sepúlveda), Sono un cielo nuvoloso (2014, Interzone-Roma) e Qualcosa è cambiato (Priverno, 2017) | Sito loredanadepace.com | Facebook bit.ly/2VZe3MU | Instagram @ loredana_de_pace | INTERVISTA VIDEO NOC-HELLO - Loredana De Pace. Uscire dal proprio recinto, alla ricerca di cose belle https://youtu.be/phkaI2Owvx0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *