Educazione Visiva

Sempre considerando che per lei “La fotografia è una cosa seria” (come recita il suo spazio su NocSensei), parte da gennaio la nuova rubrica della nostra amica Barbara Silbe dal titolo “Educazione Visiva”, uno stimolo all’osservazione attiva delle vostre immagini che ci auguriamo vi coinvolgerà.
L’appuntamento sarà sempre una volta al mese, così che abbiate il tempo di selezionare le vostre fotografie e inviarle per aspirare ad essere scelti e pubblicati. Ma sappiate che competerete con i grandi maestri che, talvolta, Barbara sceglierà di commentare e raccontarvi, in un’alternanza che non metterà a confronto voi con loro, ma che ha l’ambizione di incoraggiarvi a contemplare davvero, ad analizzare, a comprendere e adottare uno sguardo meditativo di fronte alle fotografie di autori famosi ed emergenti, dando importanza a tutti.
I dettagli, la composizione, la scelta stilistica, i soggetti, perfino quello che non si mette nel frame ha una fondamentale importanza al fine del messaggio. In fondo, se ci pensiamo bene, osservare è una pratica che allena alla bellezza ed è da ascrivere tra le cose più importanti per capire questa giovane arte.
Da oggi pertanto aspetteremo i vostri scatti che andranno inviati a educazionevisiva@nocsensei.com

Entriamo a casa di Mondrian presi per mano ad André Kertész

Il titolo originale di questo scatto è “Chez Mondrian” (a casa di Mondrian), ed è stato realizzato nel 1926…

21.3k
error: Alert: Contenuto protetto!