Maurits Cornelis Escher.

Fotografia: Henry Cartier-Bresson a Scanno… Perché? E perché a Matera? 

Turn, turn,  turn  (per ogni cosa c’è una stagione)! Il testo e il sottotitolo del brano si rifanno in… __ATA.cmd.push(function() { __ATA.initDynamicSlot({ id: 'atatags-1531692931-669f6022eccad', location: 120, formFactor: '001', label: { text: 'Annunci', }, creative: { reportAd: { text: 'Segnala questo annuncio', }, privacySettings: { text: 'Impostazioni privacy', onClick: function() { window.__tcfapi && window.__tcfapi('showUi'); }, } } }); });

22.5k

Vertigine

Maurits Cornelis Escher, lo conoscete. Autoriali riflessi in sorretti globi. Mani che s’inseguono come coi gatti code. Vertiginose teorie di scale. Ecco, vertiginose. La…

12.2k

L’artefice & il ferro.

In “Muri e triangolo semiotico” esaminavo la traslabilità di segni e mondi dentro e fuori l’inquadratura di una…

05.6k

Drone, Escher, ricerca

Nel mio precedente articolo “Inserzione ed irregolarità” mi occupavo di quanto – sunteggio qui in estrema sintesi – regolarità ed…

04.3k

L’Entità Polivalente

Escher. La mano che si disegna, quelle robe lì. No, qui non si disegna, la mano. Semplicemente, disegna. Così nella fotografia a…

03.8k

Realtà, soggetti, Escher

Una compagna di scuola di Maurits Cornelis Escher riferì che il maestro olandese, allorché dispose del formaggio su…

04k

Sappiamo ancora leggere?

A volte mi chiedo se sappiamo ancora leggere. Non intendo strettamente leggere una fotografia e capire cosa è stato…

16k