Luca Campigotto. “Atlante sentimentale” in mostra a Parma fino al 21 aprile 2024

  • Luca Campigotto
  • Atlante sentimentale
  • 23 fotografie di paesaggio
  • con un testo di Elio Grazioli

 

 

Pescando da un archivio ormai molto vasto di viaggi, immagini e ricordi, questa mostra, allestita nello spazio suggestivo di Borgo delle Colonne, nasce dall’idea di unire un percorso idealmente antologico dei miei progetti con il piacere di inserire alcune immagini inedite.

Fin dall’inizio, il mio lavoro fotografico è legato al mito del viaggio, dell’andare a vedere quel che è lontano, diverso, capace di trasportarmi in un’altra epoca. Partendo dai fumetti di Corto Maltese e dal cinema d’avventura, per approdare alla letteratura di viaggio nell’epoca delle grandi scoperte geografiche oggetto dei miei studi universitari di Storia, con l’andare del tempo mi sono inconsapevolmente persuaso che l’autentica “missione” della mia vita sia proprio quella di andare a vedere i luoghi, fin dove mi sarà possibile, sempre.

 

© Luca Campigotto. Etna, 2020

 

Non con la presunzione di capire il senso delle cose e poterne dare una testimonianza civile e politica quanto, più semplicemente, per rendermi conto del mondo sfiorandolo con la mano, quasi fosse uno di quegli antichi mappamondi veneziani disseminati di vascelli fantasma e mostri marini. Farmi consapevole di quanto – pur vivendo in un’epoca di strabilianti esplorazioni spaziali – la geografia della terra, la vastità degli spazi che posso contemplare, restino comunque smisurati alla mia anima, sterminati per definizione.

«Occorrono troppe vite per farne una», scrive Eugenio Montale. Così il mio piccolo “atlante sentimentale” confonde l’aspirazione di una conoscenza esaustiva e nitida alla vaghezza del sentimento personale.

In un racconto di Jorge Luis Borges, Ireneo Funes, rimasto cieco, passa la propria vita percependo a memoria ogni minimo fatto fosse accaduto o stesse accadendo sulla faccia della terra. Io so bene che il mio tempo non basterà mai a vedere tutto, che lo sguardo famelico è destinato a restare comunque inappagato. Ma a cos’altro potrebbero mai servire i miei occhi, altrimenti?

 

  • Luca Campigotto
  • Atlante sentimentale
  • dal 9 febbraio al 21 aprile 2024
  • Bonanni Del Rio Catalog
  • Borgo delle Colonne, 28. Parma

 

© Luca Campigotto. Old Delhi, 2007

 

 

 

NOC SENSEI è un modo nuovo di vedere, vivere e condividere la passione per la fotografia. Risveglia i sensi, allarga la mente e gli orizzonti. Non segue i numeri, ma ricerca sensazioni e colori. NOC SENSEI è un progetto di New Old Camera srl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Alert: Contenuto protetto!