2024 FOREST. In scena musica, danza, teatro, fotografia e il tormentato rapporto tra Uomo e Natura.

Debutta nel mese di giugno 2024 FOREST. The green code, uno spettacolo originale e innovativo dove musica, danza, teatro e fotografia esprimono il contraddittorio e tormentato rapporto tra Uomo e Natura.

Lo spettacolo – che trae ispirazione dai due libri fotografici “Vaia, viaggio consapevole dentro un disastro” e “Tempo Intermedio” diManuel Cicchetti – ha visto il coinvolgimento di creativi di varia provenienza, tutti legati da esperienze di multimedialità artistica.

L’autore Angelo Miotto, la coreografa Susanna Beltrami, il regista Salvatore Lazzaro e il compositore Giuliano Vozzella, il fotografo e regista multimediale Manuel Cicchetti hanno lavorato insieme per integrare i diversi processi della comunicazione artistica, coinvolgendo60 giovani musicisti, ballerini, attori tra i 16 e i 25 anni.

La compagnia è guidata verso una produzione ispirata al Teatro Integrale di Bob Wilson dove recitazione, danza, musica e immagini interpretano una partitura stratificata, tridimensionale, che permette al messaggio di raggiungere e avvolgere il pubblico in un’ambientazione virtuale in continuo cambiamento, di carattere immersivo ed emozionale.

La recitazione in questo contesto diventa un elemento quasi febbrile; la protagonista Gemma è interpretata da attrici e ballerine che si alternano nel ruolo e si intrecciano in scena. Le parole sembrano scaturire direttamente dalle immagini fotografiche, rigorosamente in bianco e nero e proiettate su grandi schermi.

Sono dialoghi evocativi, che passano dalla furia di una coppia che si sgretola, così ricreando il contrasto fra la semplicità della natura e il produrre-lavorare-consumare di un sistema economicamente estrattivo. Le musiche sono originali, un sound “d’avanguardia” che si muove dalla Techno al Dixieland collegando tutti i quadri dello spettacolo. La coreografia disegna un perfetto equilibrio tra gesto e parola, una macchina ipnotica di movimento.

 

 

FOREST. The green code è uno spettacolo corale e potente in cui si riconoscono i giovani che chiedono una risposta sul futuro che li attende, e gli adulti che oggi hanno il dovere di prendere nuove decisioni e, necessariamente, operare delle scelte.

“È la storia di un amore che si spezza dentro il sistema estrattivo e avido di profitto, che non rispetta il Pianeta. E di una ribellione, quella della Natura, che assume nello spettacolo le sembianze di un disastro reale, quello che ha attraversato il Nord Est con la tempesta Vaia, che ha schiantato oltre 40 milioni di alberi. Un appello alla consapevolezza, a tornare sui propri passi, un grido che si rivolge a chi ha le leve per decidere e alle nuove generazioni: torniamo ad ascoltare la Natura, le nostre azioni siano conseguenti” (Angelo Miotto).

FOREST. The green code è una storia che si muove nell’oscurità di un bianco e nero che avvolge lo spettatore prima che la luce torni, a fine spettacolo. FOREST è anche la possibilità di seguire quella luce.FOREST è un appello intergenerazionale per tornare ad ascoltare la voce della Natura.

LE DATE

  • Mercoledì 19 giugno, ore 21.30. Cesano Boscone (MI) Teatro Cristallo, via Monsignor Domenico Pogliani 7
  • Giovedì 21 giugno, ore 21.30 e Venerdì 22 giugno, ore 21.30. MILANO. DanceHaus, via Tertulliano 70 (posti limitati)
  • L’ingresso è gratuito sino ad esaurimento posti con obbligo di prenotazione.

 

FOREST. The green code fa parte della rassegna “Musicami” realizzata con il contributo di Fondazione di Comunità Milano.

CAST E RIFERIMENTI:

  • Direzione Artistica e immagini fotografiche Manuel Cicchetti
  • Drammaturgia Angelo Miotto
  • Regia Teatrale Salvatore Lazzaro
  • Coreografia Susanna Beltrami
  • Musiche originali Giuliano Vozella; produzione TMC label con il Dipartimento di Nuove Tecnologie di Ricordi Music School
  • Produzione esecutiva Anna Mortara
  • Assistente alla coreografia Matteo Esposito
  • Multivisione Antonio Giansanti, Mario Flandoli
  • Danzatori: Fatemeh Arabzadeh, Teresa Brunetti, Giorgia Bruno, MartaCalluso, Sofia Gattamorta, Fatemeh Ghanean, Marco Hernandez, RoyIlagou, Tavishi Pownikar, Jesus Rea Lopez, Elena Ricci, Chiara Rosatti, Francesca Salvioni, Rosanna Spolsino.
  • Attori: Sofia Castiglia, Viola Del Corno, Nadia Drera, Mary Daniel Fidel, Laura Malnati, Jacopo Nebbiati, Cristina Sisti, Emma Spelta, Angelica Tarasconi.
  • Musicisti: Chiara Artale, Carmen Angelica Ascione, Giulio Berruti, Angelica Bocchino Cossar, Ettore Caccioli, Pietro Caniato, Francesca Cannizzaro, Pietro Cantù, Anna Caprioni, Lucrezia Carminati, Clotilde Clerici, Guia Vittoria Colombo, Mattia Colombo, Davide Colucci, Sofia Franceschini, Federica Fresca Fantoni, Agnese Gilardi, Lavinia La Rosa, Sofia Maione, Laura Malnati, Anna Masella, Amanda Micali, Gaia Modica, Jacopo Odiante, Natalia Sofia Pozzi, Margherita Rovere, Giacomo Tondelli, Marco Torcellan, Chiara Tuè, Gianluca Vicidomini.
  • Si ringraziano i maestri collaboratori Angelo Auguadro, Pietro Bredeon, Clotilde Clerici, Mattia Di Cretico, Daniela Marotta, Francesca Miola, Stefano Molteni, Giulia Pardi, Daniele Tiddia.
  • Relazioni Esterne Giulia Francescon
  • Ufficio Stampa e Comunicazione Alessandra Giordano

 

 

 

 

NOC SENSEI è un modo nuovo di vedere, vivere e condividere la passione per la fotografia. Risveglia i sensi, allarga la mente e gli orizzonti. Non segue i numeri, ma ricerca sensazioni e colori. NOC SENSEI è un progetto di New Old Camera srl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *