Annunci

CHI? Il Grande Pubblico

Dopo avervi fatto tante domande, comincerete a chiedervi se ogni tanto do anche delle risposte 😀

Eccole qui. Con questo post cominceremeo a scendere più nel dettaglio in come si compone il CHI, il vostro pubblico, dove possiamo trovarlo, che cosa cerca, cosa si aspetta. 
Naturalmente, il tipo di pubblico è direttamente legato al tipo di fotografia che fate, questo va da sé.

Fotogiornalisti, Fotografi Commerciali e di Advertising, Fotografi di Moda e Documentaristi … portate ancora un pò di pazienza, questo post non è esattamente scritto per voi. Troverete tutto nel prossimo post, sul Mercato Commerciale e su quello Editoriale.

Fotografi Fine Art (di paesaggio, fotografia astratta, ritratto, natura, viaggio, architettura ecc), qui si parla di voi!

 

La vendita di stampe Fine Art al Grande Pubblico ha alcune sfide, ma anche moltissimi vantaggi.

Iniziamo dalla parte più difficile:

la sfida più grande del mercato B2C (tutto, non solo quello Fine Art) è che impossibile da raggiungere con un Outbound Marketing specifico prima che si avvicini spontaneamente a noi, a differenza di quanto potremmo fare con una Galleria o con un’ Azienda. Dobbiamo costruire lentamente il nostro pubblico, e questo richiede un considerevole Investimento di Tempo. A proposito di investimenti, ricordate?

Sia che parliamo di vendere le vostre stampe di persona (durante una mostra, ad esempio) o direttamente dall’online shop sul vostro sito, o attraverso altri canali che analizzeremo più avanti nella parte dedicata al COME, il primo requisito di questo mercato è la capacità di sviluppare una Relazione Vera con il nostro pubblico.

Come si costruisce questa relazione? E qui vi darei la prima buona notizia: non abbiamo bisogno di nessun marketing, costruire una relazione è quello che impariamo a fare sin da piccoli! Che sia online o di persona, le regole sono assolutamente le stesse:

Siate gentili, aperti e sorridenti.
Parlate degli altri, fate domande, prima di palare di voi.
Offrite, prima di chiedere.

E’ semplice 🙂

Nella pratica:

  • entrate in connessione con la vostra community allargata: gallerie, curatori, art buyers, ma anche altri artisti, semplici appassionati, bloggers, designers: seguite e sostenete il loro lavoro con attenzione e in modo genuino prima di pensare a promuovere il vostro. Siate accessibili. Rimanete aperti. Condividete. Non lasciate solo “likes”. Scrivete commenti. Investite del Vero Tempo e della Vera Energia.
  • scrivete le storie che vi appassionano su un Blog o anche solo su Instagram. Mettetecela tutta, con passione. Rispondete ai commenti con gentilezza, anche a quelli meno gentili.
  • dimenticatevi della promozione, della vendita, focalizzate tutta la vostra attenzione nell’offrire valore, il più alto che potete: una qualità del prodotto impeccabile, delle storie interessanti dietro alle vostre immagini, un servizio clienti cortese e immediato, una presentazione delle vostre fotografie che parla di uno stile di vita. Offrite un sogno. L’ispirazione ad una vita più poetica, più naturale, meno ovvia. Quello che preferite.
  • immaginate la vostra fotografia appesa nelle case delle persone, immaginate tutto nei dettagli, le cornici, gli accostamenti di colori, le luci, la tappezzeria…
  • l’ho già detto? Sorridete 🙂

 

Una volta fatto questo, siete già molto vicini al secondo requisito che questo mercato vi richiede, e cioè la capacità di generare Fiducia.

I fotografi di matrimonio lo sanno bene (e da loro abbiamo tantissimo da imparare, nel creare un rapporto con un mercato B2C); fidarsi significa acquistare qualcosa con la percezione che la qualità sia buona e che stiamo comprando al giusto prezzo, da qualcuno che ci piace, che rispettiamo e che ispira una parte di noi ad essere, in qualche modo, migliori.
I consigli in merito, su come sviluppare questa fiducia, sono infiniti; da strategie di vero e proprio “accalappiamento” emotivo sui social, a tattiche di Lead Generation ormai del tutto obsolete, il web è pieno di stratagemmi e tattiche per lo più inutili, se non dannose. Se non volete impazzire, non cercate mai su Google “B2C Marketing” ! (lo so, è la prima cosa che farete dopo aver letto qui, o anche prima 😀 )

Il mio parere è che generare Fiducia vuol dire innanzitutto “mettersi nei panni”, scambiare idealmente le parti.

Vuol dire astenersi dal “forzare” il pubblico in qualsiasi modo attraverso un marketing pesante, né bombardandolo con “offerte last minute” o simili.

Vuol dire invece osservare il nostro modo di scegliere, di comprare, di fidarci, e offrire la stessa qualità.

Il Grande Pubblico siamo noi; quando compriamo un biglietto aereo online e abbiamo bisogno di una risposta immediata e non troviamo nessun numero di telefono. O quando andiamo ad una mostra e rimaniamo incantati ma l’artista è talmente preso a parlare con altri o da sé stesso che non osiamo rivolgergli la parola. O quando compriamo una stampa dell’Ikea perché è perfetta insieme alla cornice.
Che, tradotto, vuol dire: siate accessibili. Siate aperti. Pensate a tutto, anche alla cornice.

Il Grande Pubblico si costruisce così, pezzo per pezzo, insieme alla Fiducia.
Questo approccio è molto più lungo da costruire di una Newsletter che si invia in un istante a mille persone, ma molto più gratificante. Sotto tutti i profili.

Per incoraggiarvi: tutti i dati più recenti indicano che c’è un interesse crescente per la fotografia di Interior Design (perché sì, questo è in definitiva il mercato di cui stiamo parlando). E’ vero, ci vuole tanta energia, ma può davvero valerne la pena.

L’ultima buona notizia è che questo tipo di mercato, oltre a buone capacità relazionali e un notevole Investimento di Tempo, non richiede alcun Investimento di Denaro significativo da parte vostra;

se sviluppate una vera Relazione con il vostro pubblico, offrite un servizio eccellente e siete in grado di “offrire” qualcosa di valore per loro, le persone non avranno bisogno di alcuna galleria prestigiosa e costosa per acquistare le vostre stampe ma saranno ancora più felici di incontrarvi nel vostro studio, in un caffé locale, nella biblioteca della città o semplicemente online.

Fatemi sapere le vostre esperienze nei commenti, o scrivetemi un’e-mail!

 

 


Raffaela Lepanto è una Photo Editor e Consulente Fotografica con un’esperienza di più di 18 anni nell’industria fotografica. Dopo la sua lunga collaborazione con l’agenzia fotografica Grazia Neri, ha lavorato per l’agenzia Emblema, come Photo Editor, Production Manager e Web Creative Director. 

Attualmente lavora come Consulente e Tutor tra Milano e Londra, dove collabora con la University of the Arts London, PhotoFusion e FourCorners Film & Photography, fornendo corsi, consulenze su misura e supporto individuale ai fotografi.
Il coaching individuale è adattato alle esigenze specifiche dei fotografi e al loro livello di esperienza (livello principiante, semi-professionale, professionale). L’obiettivo è offrire supporto in aree chiave del flusso di lavoro creativo e in quello di marketing, aiutando i fotografi a sviluppare un insieme autonomo di competenze e risorse.
Il suo sito è: www.raffaelalepanto.com

Annunci

Lascia un commento

error: Contenuto protetto. ©NOCSensei