Diari dalla Cambogia

In collaborazione, redatto e pubblicato da Doog Reporter

 

“È accaduto molte volte, negli ultimi anni, che una storia abbia avuto inizio dalle sponde di un fiume: che sia stato il Rio de La Plata in Argentina, il Niong in Cameroun, il Lulua in Congo, l’Orange in Namibia, o come dimenticare il Chao Praha a Bangkok.

Dopo quasi 30 ore di viaggio, 3 aerei, 4 aeroporti, valige perse e poi ritrovate, doppia valuta usata a caso che non sai mai quanto stai spendendo, il richiamo del fiume è stato più forte di ogni altra cosa.

E prima di ogni cosa, lasciata la borsa nella stanza che mi ospiterà nelle prossime due notti, ho camminato in direzione del maestoso e pacioso Mekong che, dal lontano Tibet, attraversa la capitale Phnom Penh per poi proseguire la sua lenta esistenza attraverso il Vietnam e riversarsi, dopo 5mila km, nel Mar Cinese meridionale. (…)”

 

 

Iniziano così i Diari dalla Cambogia, un appuntamento quotidiano – connessione internet permettendo – che ci porta a conoscere quella parte di Cambogia lontana da Siem Reap e dai flussi turistici che si riversano nell’Angkor Wat. 

Siamo partiti con la curiosità che caratterizza il reporter: quella sete di conoscere in prima persona le cose che poi si andranno a raccontare.

Quel desidero – e urgenza – di narrare il vissuto e non una sensazione; quell’obbligo etico di immergersi nella storia, farsi coinvolgere fino al midollo e, solo dopo, poterla raccontare.

E così eccoci qua, in viaggio da Phnom Penh al Mondulkiri, con il Mekong da un lato e una Cambogia che si va a conoscere passo dopo passo, dall’altro.

L’articolo prosegue sul sito di Doog Reporter

 

 

Noi, in DooG Reporter,
abbiamo una visione

Ci sono storie nel mondo che non possono esser raccontante se non vivendole in prima persona.
Sono quelle storie che messe una vicina all’altra possono smuovere le coscienze, aprire varchi, allargare gli orizzonti. E sono storie che non possono esser vissute da lontano.
Per raccontarle, ci si deve immergere.
Ci si deve sporcare di esse.

DooG Reporter è un Idea

Un progetto ardito e sincero nato per dare corpo e sostanza a quelle Storie, molte volte silenziose e troppe volte ignorate, che tutte insieme compongono la società nella quale viviamo.

DooG Reporter | Stories to share è un’Idea nella quale confluiscono le competenze di diversi professionisti (narratori, fotografi, video maker, media), con il fine ultimo della diffusione di queste Storie attraverso ogni mezzo possibile, con etica e responsabilità, partendo dalla ricerca, all’analisi, alla preparazione della narrazione, fino alla realizzazione del viaggio alla ricerca di quella storia.

Noi facciamo questo!

 

 

NOC SENSEI è un modo nuovo di vedere, vivere e condividere la passione per la fotografia. Risveglia i sensi, allarga la mente e gli orizzonti. Non segue i numeri, ma ricerca sensazioni e colori. NOC SENSEI è un progetto di New Old Camera srl

Lascia un commento

error: Alert: Contento protetto!!!