“Sono qui e guardo il mondo ” con Simona Diodovich

© Roberto Besana

 

Sono qui e guardo il mondo. I miei occhi guizzano attenti in ogni direzione, ma il resto è immobile.

Per vivere di riflesso quella sensazione di movenze, mi devo immergere in uno specchio d’acqua dopo un acquazzone. Fingere d’essere un albero i cui rami sono flessibili e, nella superficie, complice un leggero venticello, io mi vedo alzare. Le foglie frusciano nell’aria e il suono arriva fino a me. I rami accarezzano il vento, si spostano lenti. Sento. Sento tutto.

Ma poi l’acqua sul terreno svanisce e io sono di nuovo immobile. Ricado nel mio mondo. Sono di nuovo solo io: solitario, statico e chiuso. Solo la mia mente è viva a tal punto da farmi vivere cento vite con l’immaginazione. È tutto ciò che mi rimane. Per sognare di muovermi, per potere fingere che tutto vada bene, devo aspettare il prossimo acquazzone, quella piccola pozza d’acqua che trema nel terreno. Allora il mondo si rovescerà di nuovo e io potrò muovermi.

 

Testo di Simona Diodovich – Fotografia di Roberto Besana

Tratto dal Progetto ” Muoviamoci, insieme per sostenere la ricerca sulla Sla ”

Simona Diodovich Autrice illustratrice

Nasce a Milano il 17 Aprile 1969, studia come grafica pubblicitaria diventando poi illustratrice a Canale 5 disegnando cover di cd e dvd per A. Valeri Manera. Ha 35 d’esperienza lavorativa nell’editoria. È grafica pubblicitaria, illustratrice, fumettista, autrice di libri di differenti target, copywriter, editor, sceneggiatrice di fumetti e colorista. Ha lavorato con Arnoldo Mondadori per il Tv sorrisi e Canzoni, con le cover dei cd dello zecchino d’oro, per la Medusa Video le cover delle videocassette di Lupin III, persino con la LysoForm per un giornalino per i bambini sull’igiene, oltre le varie case editrici italiane. Prosegue la carriera come fumettista disegnando il dottor sorriso per conto della Fondazione Garavaglia, che si ispira alla fondazione americana di Patch Adams. Come grafica pubblicitaria si divide tra case editrici ed enti pubblici, dove realizza da sola volumetti sull’educazione stradale, manifesti, giochi, usando ogni mia conoscenza acquisita negli anni. Per amore dei disegni e, per il fatto che adorava inventarsi personaggi e storie, il passo dal disegnare storie e scrivere un libro è stato molto breve. Cartoni animati per LPR/Leroy Merlin, realizzazione di fumetti.

Per beneficenza, insieme a scrittori, poeti e cantanti, ho creato un pezzo per sensibilizzare la gente al problema SLA. Quel testo è poi stato doppiato dalla bellissima voce di Guido Ruberto e la fotografia è di Roberto Besana. Questo è il link

 

 

 

 

 

Roberto Besana (1954), nasce a Monza, risiede a La Spezia. Un lungo passato da manager editoriale giunto sino alla Direzione Generale della De Agostini, coltiva la sua passione per la fotografia operando per lo sviluppo e realizzazione di progetti culturali attraverso mostre, convegni, pubblicazioni. Nella sua fotografia riverbera la sensibilità ai temi ambientali per i quali è attivo nella diffusione di conoscenza e rispetto. Le sue immagini sono principalmente “all’aria aperta”, dove lo portano i passi. Ambiente e paesaggio sono i suoi principali filoni di ricerca. I suoi lavori fotografici sono presenti in libri e quotidiani, siti web, riviste. Al suo all’attivo innumerevoli mostre personali e collettive. Dirige o collabora alla realizzazione di eventi e festival culturali. Membro del comitato scientifico del periodico culturale Globus, curatore editoriale della collana “Fotografia e Parola“ di Oltre Edizioni, ha una rubrica fissa sul periodico .eco e NOCSensei I suoi ultimi libri pubblicati - L’albero, dialoghi tra fotografo e scrittore, 2020 - Il Paesaggio, dialoghi tra fotografia e parola, 2021 - La Sfilata del Palio del Golfo, 2021 - L’acqua, dialoghi tra fotografia e parola, 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *