“APPUNTI DI VIAGGIO” con Joanna Delalande e Oscar Luparia

© Roberto Besana

 

Ci sono viaggi lontani e viaggi vicini… Ci sono luoghi dove a volte ci fermiamo più a lungo, a volte solo per pochi istanti. Luoghi scelti consapevolmente o scoperti per caso lungo la strada, pieni di ricordi e di momenti di meraviglia, immortalati nelle foto, fatti conoscere attraverso le cartoline.

Ci sono anche questi luoghi senza un indirizzo preciso, immaginari, con paesaggi da sogno, che sono il nostro rifugio dolce e tranquillo, e che spesso ci ritornano in mente… La mia mappa non è tanto grande, la disegno al ritmo dei treni e delle vedute fugaci colte dal finestrino, come sta accadendo anche adesso. I miei viaggi non portano molto lontano e quasi sempre riguardano le stesse stazioni. I miei viaggi sono alquanto ordinari, ma è pur vero che di altri non avverto il bisogno.

 

 

tornando a casa…  

la tua voce al telefono

e il mio sorriso

 

 

uno haibun[1] di Joanna Delalande e Oscar Luparia – Fotografia di Roberto Besana  

[1] Lo haibun è una combinazione di un testo in prosa con poesie in forma di haiku o di senryū. A sua volta, lo haiku è un genere letterario affermatosi in Giappone a partire dal XVII secolo, focalizzato su immagini del mondo naturale. Gli haiku tradizionali sono formati da soli tre versi che contengono 17 on (unità fonetiche assimilabili alle nostre sillabe) con schema 5-7-5, insieme a un kigo o riferimento stagionale. Il senryū è un’altra forma di poesia breve giapponese, con una costruzione simile a quella dello haiku, ma si differenzia da quest’ultimo sia per i temi (le vicende umane) sia per l’assenza del kigo.

Il testo in prosa di questo haibun è stato scritto da Joanna Delalande, mentre Oscar Luparia è l’autore della poesia breve.

 

 

 

 

 

Roberto Besana (1954), nasce a Monza, risiede a La Spezia. Un lungo passato da manager editoriale giunto sino alla Direzione Generale della De Agostini, coltiva la sua passione per la fotografia operando per lo sviluppo e realizzazione di progetti culturali attraverso mostre, convegni, pubblicazioni. Nella sua fotografia riverbera la sensibilità ai temi ambientali per i quali è attivo nella diffusione di conoscenza e rispetto. Le sue immagini sono principalmente “all’aria aperta”, dove lo portano i passi. Ambiente e paesaggio sono i suoi principali filoni di ricerca. I suoi lavori fotografici sono presenti in libri e quotidiani, siti web, riviste. Al suo all’attivo innumerevoli mostre personali e collettive. Dirige o collabora alla realizzazione di eventi e festival culturali. Membro del comitato scientifico del periodico culturale Globus, curatore editoriale della collana “Fotografia e Parola“ di Oltre Edizioni, ha una rubrica fissa sul periodico .eco e NOCSensei I suoi ultimi libri pubblicati - L’albero, dialoghi tra fotografo e scrittore, 2020 - Il Paesaggio, dialoghi tra fotografia e parola, 2021 - La Sfilata del Palio del Golfo, 2021 - L’acqua, dialoghi tra fotografia e parola, 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *