Serve il miglior Egg Coffee di tutta Hanoi, ma il Cafè Dinh è quasi impossibile da trovare, malgrado si trovi proprio di fronte al lago nel quartiere vecchio.

Si entra in un palazzo sgarruppato, e seguendo un corridoio abbastanza angusto, si deve poi salire due dure rampe di scale verticali dove io ci passo a malapena se mi metto di traverso, ma anche qualcuno meno armadio di me fa una bella fatica.

Poi si entra in un altro universo.

Un universo di tranquillità, di luce tiepida, di silenzio. Un universo che ti fa sentire un semplice benvenuto. Un universo di parole sussurrate, e di umili sorrisi.

Una canzone?

“Space is The Place” cantava l’immenso Sun Ra, accompagnato dal grandissimo sassofono di John Gilmore: “Dinh is the Egg Coffee of Hanoi” dovrebbe essere l’inno qui, quando si varca la soglia e si entra nella tranquillità di questa altra dimensione.

 

 

L’Egg Coffee, Cà Phê Trứng, è una bevanda tipica di Hanoi, realizzata con dell’ottimo caffè vietnamita, filtrato, cui vengono aggiunte alcune generose cucchiaiate di una crema, preparata con rosso d’uovo montato a neve e aggiunto di latte condensato. L’origine viene fatta risalire al 1940: con la guerra in corso il latte scarseggiava, ed è nata l’abitudine di sostituirlo con una sorta di zabaione.

Abbastanza dolce, non ce ne si può abbuffare, ma la quantità qui servita è quasi una tazza di cappuccino da bar. È la misura giusta per raggiungere l’estasi glicemica, prima che ti ricordi di essere seduto su sgabelli a 10 cm da terra, dai quali rialzarsi dopo un po’ è impresa da palestra di allenati a squat micidiali.

Il Cafè Dinh è un luogo di una tranquillità sorprendente. Bello.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Alert: Contenuto protetto!