Un disallineamento… storico

Lo sapete, lo sapete: gli stabilizzatori meccanici in dotazione ai migliori droni garantiscono l’ortogonalità rispetto alla scena ritratta.

Ma più ancora sapete che spesso non è vero…

Vuoi per momentanei malfunzionamenti del software che li governano (specie sull’asse orizzontale), vuoi per il fatto che avere la camera correttamente posizionata è solo metà dell’opera.

E l’altra metà consiste nella circostanza che sovente gli obiettivi sono talmente mal corretti geometricamente che le storture vengono dall’interpretazione intrinseca – e fallace – della lente, cui il profilo interno apportato dal fabbricante non va al di là di metterci una grossolana pezza.

Ma mettiamo che invece vada tutto bene: lo stabilizzatore orienta propriamente e l’obiettivo non soverchiamente soffre di distorsioni.

Ogni preoccupazione fugata, ed allora?

Purtroppo, no.

Ma non dipende dal dispositivo.

Dalla storia, dipende.

Sì, addirittura dalla maiuscola Storia.

La fotografia a corredo di questo brano costituisce uno degli innumerevoli esempi.

Vedete – in medio campo – che …vedete delle cose di troppo?

Sì, le colonnine delle bifore – quelle subito sotto la guglia del campanile –  anteriori non coprono quelle posteriori.

Ergo, Claudio, non sei stato dritto a posizionare il drone.

Magari fosse solo questo.

Perché allora i problemi non si esauriscono qui?

Perchè per fare dritta quella parte avrei dovuto renderne storte altre.

E ciò dipende dalla summentovata Storia.

Lo sapete, ci sono canoni su come orientare le chiese – quelle confessionalmente cristiane – rispetto ai punti cardinali.
Abside, Terra Santa, quel genere di elementi e presupposti.

Poi, però, non sempre venivano rigorosamente applicati.

Eppoi magari gli architecti  et cementarii del Medioevo esageravano nell’ingurgitazione di quel “vinum dulce, gloriosum”, giovane e speziato, che poteva episodicamente provocare errori d’ideazione e/o realizzazione.

E ciò in due modi:

  1. chiese non allineate tra loro
  2. particolari architettonici disallineati nell’ambito dello stesso tempio (fatte salve specifiche intenzionalità).

Ecco, così è (se Vi pare), come diceva Pirandello.

Ed anche, parafrasando Humphrey Bogart: è la vita, bellezze.

Eccioè: non esiste la perfezione.

Non esiste quaggiù in terra, e nemmeno nei cieli, alle moderate altitudini consentite ai droni.

Almeno, epperò, gioverebbe una migliore taratura degli strumenti.

Di modo che – in onore della filologia, vieppiù di moda, nel nostro pedante secolo – lo storto sia riprodotto storto, se è.

Ma quanto è dritto, dritto rimanga.

 

All rights reserved

Claudio Trezzani

https://www.saatchiart.com/claudiotrezzan

 

 

 

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo sito web può essere riprodotta, memorizzata o trasmessa in alcuna forma e con alcun mezzo, elettronico, meccanico o in fotocopia, in disco o in altro modo, compresi cinema, radio, televisione, senza autorizzazione scritta dell’Editore. Le riproduzioni per finalità di carattere professionale, economico o commerciale o comunque per uso diverso da quello personale possono essere effettuate a seguito di specifica autorizzazione rilasciata da New Old Camera srl, viale San Michele del Carso 4, 20144 Milano. info@newoldcamera.it
All rights are reserved. No part of this web site may be reproduced, stored or transmitted in any form or by any means, electronic, mechanical or photocopy on disk or in any other way, including cinema, radio, television, without the written permission of the publisher. The reproductions for purposes of a professional or commercial use or for any use other than personal use can be made as a result of specific authorization issued by the New Old Camera srl, viale San Michele del Carso 4, 20144 Milan, Italy. info@newoldcamera.it

©2024 NOC Sensei – New Old Camera Srl

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *