Svelare e celare

Lo sapete, la Fotografia è intrinsecamente fedele.

Alla realtà, fedele.

Ciò a cagione della neutralità che gli deriva dall’elaborazione motu proprio.

Ma quanto motu proprio?

Intendo: se alcune fasi del processo sono indelegabili (dopo aver pigiato il bottone succedono cose dentro su cui non abbiamo facoltà d’influenza) su altre possiamo intervenire.

Qual’è allora il limen, il discrimine?

Il limen che separa la fedeltà dalla snaturalità.

Si è sovente propensi a considerare l’istanza postproduzionale come il luogo della stregoneria: si era fatta una cosa in situ, la si è modificata a casa.

Come dire: l’obiettivo non mente, il computer sì.

Ma ora riavvolgiamo il nastro, se V’aggrada farlo.

Torniamo eddunque al momento dello scatto.

Non si aveva alterato ancora niente, in quella fase.

Niente che riguardasse il file, almeno.

Dietro l’obbiettivo …obiettivo  – se mi consentite questo gioco di parole tra aggettivo e sostantivo – un  sensore incontaminato.

Sì, in purezza, senza regolazioni extravaganti, come direbbe un canonista medioevale.

Ma anche nell’attimo fatidico impulsi premono.

Vengono da testa e mano, quegli impulsi (e sono benedetti, tra poco lo vedremo).

Marko Polonio è abile anche di mano.

Lo è in quanto Maestro d’ICM (Intentional Camera Movements).

Non è facile agire così, tecnicamente.

Quando ci si riesce, è subito Arte.

E Marko ben ci riesce.

Al servizio di cosa?

Di una virtuosa celazione.

Luci erano, sono divenute filamenti.

Steli, saette.

Alberi, sinanco soldati.

Vive e vivide traettorie, contrappuntano il resto del contenuto come orazione anelante il cielo.

L’opera di Teddy Hariyanto è al servizio di ulteriore Arte, ma di segno opposto: in luogo di celare, disvela.

C’è un lavoro d’Alto Artigianato, con Teddy.

Alto Artigianato che si fa Rarefatta Poesia.

Incantevole per minimalistico nitore, l’esito che Teddy sortisce.

E’ come un fine cesellatore di vetro a Murano, Teddy.

La sua acqua – sì, è “sua” – ci elargisce la moderna scena di un interno di bar.

L’avventore s’approssima al tavolino per il laico rito del brunch.

Oppure no, è un architetto.

E lampada da tavolo quella ch’insistendo assiste l’inclinata superficie.

O fungo è, il centrale oggetto.

Ma l’omino indossa tunica.

Monaco allora, e quella lampada non è da tavolo, bensì un ardente lume che rende possibile il notturno lavoro di un amanuense (non fosse scandito dal ritmo di una Compieta).

Marko, Teddy.

L’uno cela, l’altro disvela.

Ma non sono traditori del reale, loro.

Sublimano il reale, loro.

E’ una trasformazione che trasfigura, la loro.

Sì, trasfigurare dalla latina etimologia (trans +figurare).

Danno altra forma, loro.

Forma più alta, nobilitata.

Come Raffaello con l’omonimo dipinto a tempera grassa su tavola.

La direzione di pensiero è quella.

Dare sostanza al sogno, altrimenti esplicitato.

 

All rights reserved

Claudio Trezzani

https://www.saatchiart.com/claudiotrezzani

 

 

 

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo sito web può essere riprodotta, memorizzata o trasmessa in alcuna forma e con alcun mezzo, elettronico, meccanico o in fotocopia, in disco o in altro modo, compresi cinema, radio, televisione, senza autorizzazione scritta dell’Editore. Le riproduzioni per finalità di carattere professionale, economico o commerciale o comunque per uso diverso da quello personale possono essere effettuate a seguito di specifica autorizzazione rilasciata da New Old Camera srl, viale San Michele del Carso 4, 20144 Milano. info@newoldcamera.it
All rights are reserved. No part of this web site may be reproduced, stored or transmitted in any form or by any means, electronic, mechanical or photocopy on disk or in any other way, including cinema, radio, television, without the written permission of the publisher. The reproductions for purposes of a professional or commercial use or for any use other than personal use can be made as a result of specific authorization issued by the New Old Camera srl, viale San Michele del Carso 4, 20144 Milan, Italy. info@newoldcamera.it

©2024 NOC Sensei – New Old Camera Srl

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *