Strati & Volontà

Al principio fu un muro.

Fine utilitario.

Nel presente caso – quello della fotografia a corredo di questo brano – lo scopo era di sorreggere ed indirizzare (siamo in un sottopasso).

Ci fu un autore concettuale (l’architetto) ed un autore materiale (il muratore).

Poi venne l’autore del graffito.

Fine artistico.

Non sappiamo quanta componente ludica e/o quanta irosità espressiva accompagnò il gesto, ma vivido linguaggio ne derivò.

In altra occasione fu scattata una fotografia.

Indi fu applicata sul graffito che fu applicato al muro.

Quanti passaggi sono?

Uno meno di quelli che potresTe pensare.

Perché la fotografia è un autoritratto, dunque viene meno la relazione duale del binomio fotografo/soggetto.

Abbiamo così quattro volontà in tutto.

Le prime due inconsapevoli degli esiti successivi.

Le ultime due coincidenti per intento (espressione afunzionale) ma con la prima ignara della seconda, mentre la seconda si nutre dell’altra.

Tre strati fruibili de visu in sito, e la quarta solo con mediazione riproduttiva (la fotografia qui è creatura postproduzionale).

Tradotto in formula: Au1 + Au2 + Aa1 + Aa2.

Dove “A” sta per autore, “u” per utilitario, “a” per artistico.

Tenendo conto dei propositi, abbiamo: (Au1 + Au2) + (Aa1 + Aa2) ove i separati sottoinsiemi afferiscono rispettivamente all’istanza utilitaria ed a quella espressiva.

Riferendoci invece alle consapevolezze, dobbiamo scrivere: (Au1 + Au2) + Aa1 + Aa2.

Ciò in quanto i primi due fattori sono interlacciati in senso proiettivo, mentre gli altri due vivono momenti svincolati.

Ed in proposito alle visibilità: (Au1 + Au2 + Aa1) + Aa2.

Come abbiamo già considerato, è così poiché l’ultimo strato non è visibile sul posto.

Ecco, la realtà.

Convulso prodotto di intenzione e caso.

Forze potenti agiscono.

Altre sottilmente contrappuntano.

Altre ancora, giacciono immote ma servizievoli.

E la fotografia, collega.

 

All rights reserved

Claudio Trezzani

https://www.saatchiart.com/account/artworks/874534

 

 

 

Lascia un commento

error: Contenuto protetto. ©NOCSensei