Quella virtuosa alterazione

Uomo fa.

Uomo fa e Natura integra.

Natura…

Essa fu in principio, eccomunque.

E ritorna.

Tetto d’edificio ad uso commerciale.

Serve essenzialità, e dedizione alla funzione.

Inquadratura dronuale in prospettiva zenitale denuncia separazione e simmetria.

Così permarrà, solo marginali sedimentarietà e sbreghi tenteranno turbare il generale impianto, senza riuscirci.

Salina, ora.

Ancora separazione e simmetria.

Vivezza, epperò.

Vivezza non per l’evidente rigoglio cromatico.

Piuttosto, a cagione dell’essere cosa viva.

Sì, una salina è cosa viva.

Opera dell’uomo scevra da staticità.

Sì, poiché a dispetto della stasi che parrebbe il portato del giacere in preordinati riquadri, seducenti sbavature avanzano.

Lungo il margine sinistro della cesura e dentro il riquadro destro, avanzano.

Il dinamismo risiede nella modificazione.

Variare è poetare.

A contare è l’alterazione.

Alterazione prodotta dalla Natura.

Uomo fa, Natura reinventa.

Ecco, la fotografia: inseguire alterazione, coronandola alterità.

 

All rights reserved.

Claudio Trezzani

https://www.saatchiart.com/claudiotrezzani

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Alert: Contenuto protetto!