Oltre l’eclettismo

Viviamo in un’epoca d’estrema specializzazione.

O dell’entomologo che conosce una sola delle zampe di un millepiedi.

La professata scusa è che lo scibile s’allarga.

Un bene per la società, un male per l’individuo, trovo.

Oh, non l’individuo che fruisce di apporti.

L’individuo che giocoforza si specializza, piuttosto intendo.

La società  – la somma degli individui – dovrà fare un collage, ma dopo averlo fatto trarrà giovamento: unirà i singoli che sanno di più su di una singola cosa, e il risultato sarà attingere a più cose conosciute meglio.

L’individuo che giocoforza si specializza, lui invece risulterà impoverito: bene una cosa, male le altre.

Un tempo l’eclettismo non era una parolaccia.

Ugo Mulas è stato un eclettico, lo sapete.

Spaziava tra generi, insomma.

Ma esiste anche un fattore di quotidianità.

La quotidianità di trarre risorse dal lavoro.

Svilisce l’intento, ciò?

Con Ugo, no.

C’è da fare un servizio sulle nuove tecniche adottate dagli sciatori?

Ugo lo fa.

Da par suo, lo fa.

Perché oltre al gesto vi è la composizione.

Oltre la documentazione, la grafia velatamente astratta.

Se Ugo era l’epitome del rapporto tra arti, la faccenda si snodava anche nel rapporto tra arte e funzione.

La summentovata fotografia è tratta dal periodico Le Vie d’Italia, prodromo del Qui Touring.

Articoli “funzionali”, ma capitava pure fossero firmati da Sciascia e Moravia.

C’era fermento, allora.

Qualità, profondità.

Già, profondità.

E’ figlia di una visione, la profondità.

Fare anche cose ordinarie, senza epperò mai abdicare all’intenzione di linguaggio.

Sorvegliarsi, scavare.

Già, scavare.

Letteralmente, dalle macerie, rimosso l’ultimo frammento.

Ma la cosa s’attaglia più a metafora.

Perché vi era un interrogarsi oggidì afflievolitosi.

Ed allora l’eclettismo era sete, non acritica pronità all’esistente.

 

All rights reserved

Claudio Trezzani

https://www.saatchiart.com/claudiotrezzani

 

 

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo sito web può essere riprodotta, memorizzata o trasmessa in alcuna forma e con alcun mezzo, elettronico, meccanico o in fotocopia, in disco o in altro modo, compresi cinema, radio, televisione, senza autorizzazione scritta dell’Editore. Le riproduzioni per finalità di carattere professionale, economico o commerciale o comunque per uso diverso da quello personale possono essere effettuate a seguito di specifica autorizzazione rilasciata da New Old Camera srl, viale San Michele del Carso 4, 20144 Milano. info@newoldcamera.it
All rights are reserved. No part of this web site may be reproduced, stored or transmitted in any form or by any means, electronic, mechanical or photocopy on disk or in any other way, including cinema, radio, television, without the written permission of the publisher. The reproductions for purposes of a professional or commercial use or for any use other than personal use can be made as a result of specific authorization issued by the New Old Camera srl, viale San Michele del Carso 4, 20144 Milan, Italy. info@newoldcamera.it

©2023 NOC Sensei – New Old Camera Srl

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Alert: Contenuto protetto!