La Tecnica & L’Amore

Amare è esplorare.

Avvicinarsi, allontanarsi, girare attorno.

A un soggetto, a un oggetto.

Lo facciamo con gli occhi, la focale è quella.

Corrispondente all’angolo di campo di un cinquanta millimetri sul formato Leica, ma non vi è da sottovalutare il fatto che gli occhi possono repentinamente muoversi anche quando il resto del nostro corpo è immobile.

Ciò genera la sensazione di una più ampia visuale abbracciata.

E in fotografia?

Lo sappiamo: possiamo scegliere tra una vasta schiera di obiettivi, ergo ad un ampliamento ( o restringimento) del visus per notevoli scostamenti dalla nostra percezione “nativa”.

Il raffronto, epperò, non va inteso in senso meramente statico: non tra differenti focali a parità di punto d’osservazione.

Qui torniamo all’incipit di questo articolo: “Amare è esplorare / Avvicinarsi, allontanarsi, girare attorno”.

Le stesse possibilità dinamiche che il corpo umano ha corrispondono ad altrettante possibilità espressive.

Pressochè infinite, nella misura in cui il variare della distanza dal soggetto s’interfaccia con le peculiarità di ciascuna lente, ergo con il mutabile rapporto tra i piani.

Ecco, il rapporto tra i piani.

E’ questa la più pregnante particolarità ottica nel taglio che si vuole conferire alle nostre immagini.

Ecco, il “taglio”.

Solitamente s’intende tale lemma in rapporto alla dimensione “bidimensionale” della composizione: quante cose includere tra quelle che abbiamo davanti a noi.

Epperò, puotesi riferirsi al “taglio” anche nel senso della profondità: come interagiscono gli oggetti a parità d’inclusione.

Sì, a parità d’inclusione.

Quali i rapporti apparenti di distanza tra essi al variare della focale, insomma.

Se compressi, dunque apparentemente avvicinati.

Se dilatati, ovvero distribuiti nello spazio in maniera differente da ciò che possiamo saggiare senza appendici al nostro guardare.

Da ciò ne deriva una “opportunità di dialogo” con la realtà che consente d’esponenzialmente moltiplicare le interpretazioni senza tradire l’essenza del veduto.

Nelle immagini a corredo di questo brano il soggetto/oggetto (la barca capovolta) si è giovato delle seguenti focali (riparametrate al summentovato formato Leica): centotrentacinque, ventisei, quindici.

Si è “giovato” – il soggetto/oggetto – ho testé scritto.

Perché sì, avrebbe apprezzato la danza – dotata di coscienza fosse stata – attorno essa, la barca.

Danza d’amante, fervorosa e riverente.

Con una caratteristica in più: non solo il variare della focale determina una variazione dei rapporti reciproci tra piani.

Su ciò infatti s’innesta anche la facoltà di cangiare la messa a fuoco selettiva a partire dal grado di profondità di campo connaturato alla singola focale istessa, oltre che dalla selezione di diaframma (al lordo di distanza e porzione prescelta).

Ecco l’amorosa danza, ecco l’infinito universo che si dischiude.

Possono trascorrere ore, così.

Ammirando complessivi disegni, oppure ogni volta volgendosì ad un diverso particolare dell’amata.

 

All rights reserved

Claudio Trezzani

https://www.saatchiart.com/claudiotrezzani

 

 

 

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo sito web può essere riprodotta, memorizzata o trasmessa in alcuna forma e con alcun mezzo, elettronico, meccanico o in fotocopia, in disco o in altro modo, compresi cinema, radio, televisione, senza autorizzazione scritta dell’Editore. Le riproduzioni per finalità di carattere professionale, economico o commerciale o comunque per uso diverso da quello personale possono essere effettuate a seguito di specifica autorizzazione rilasciata da New Old Camera srl, viale San Michele del Carso 4, 20144 Milano. info@newoldcamera.it
All rights are reserved. No part of this web site may be reproduced, stored or transmitted in any form or by any means, electronic, mechanical or photocopy on disk or in any other way, including cinema, radio, television, without the written permission of the publisher. The reproductions for purposes of a professional or commercial use or for any use other than personal use can be made as a result of specific authorization issued by the New Old Camera srl, viale San Michele del Carso 4, 20144 Milan, Italy. info@newoldcamera.it

©2023 NOC Sensei – New Old Camera Srl

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *