La Funzionale Persistenza

Archeologia industriale.

L’espressione  soffre odiernamente di sovraesposizione.

E reca una sfumatura ossimorica, accostando un lemma che evoca il passato ad uno che esprime modernità.

Ma ciò generalmente s’applica ad impianti non più in uso.

In agricoltura – nella sua componente anch’essa industriale, eccioè meccanizzata – talora si registra eccezione alla summentovata regola: manufatti dall’aspetto arcaico, eppure ancora in funzione.

Peculiarmente accade negli antonomastici States.

I miei droni non sono stati, negli …States.

Eddunque ne cercano suggestioni qui, in Italia.

Nella lombarda pianura, li hanno trovati.

Con l’elevazione  e ravvicinatezza a loro consentiti, onde focalizzarsi sui particolari, oltre che sulla vista d’insieme.

Ma se l’operazione è ricercare sapori, sua realizzazione non può prescindere da postproduzionale apporto.

Ergo, i fini non possono abdicare ai mezzi.

Mezzi moderni (il drone, il computer) per resuscitare sensazioni che vengono da lontano (nel tempo, oltre che nello spazio).

Se quindi il crocevia tra passato e presente s’esplica fattualmente nella persistenza funzionale di oggetti vetusti eppure ancora in esercizio, l’apporto di drone e computer è volto ad integrare situazioni altrimenti e pregressamente originate.

Tali scenari  erano oggetto di pittorica ritrazione, intendo.

Ecco allora che il trinomio sopravvissuta realtà / drone / computer sortisce l’effetto di innescare una sfaccettata girandola con il Fattore Tempo.

Ed insomma: dopo Albert Einstein, dopo George Lemaitre, abbiamo un modo casereccio di cucinare lo Spaziotempo.

Giostrare con i succitati ingredienti onde ottenere fragranze che ruotino attorno i presupposti di effettività (ciò che si presenta allo sguardo) e strumentale induzione (gli accorgimenti tecnici) all’evocazione.

 

All rights reserved

Claudio Trezzani

https://www.saatchiart.com/claudiotrezzani

 

 

 

 

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo sito web può essere riprodotta, memorizzata o trasmessa in alcuna forma e con alcun mezzo, elettronico, meccanico o in fotocopia, in disco o in altro modo, compresi cinema, radio, televisione, senza autorizzazione scritta dell’Editore. Le riproduzioni per finalità di carattere professionale, economico o commerciale o comunque per uso diverso da quello personale possono essere effettuate a seguito di specifica autorizzazione rilasciata da New Old Camera srl, viale San Michele del Carso 4, 20144 Milano. info@newoldcamera.it
All rights are reserved. No part of this web site may be reproduced, stored or transmitted in any form or by any means, electronic, mechanical or photocopy on disk or in any other way, including cinema, radio, television, without the written permission of the publisher. The reproductions for purposes of a professional or commercial use or for any use other than personal use can be made as a result of specific authorization issued by the New Old Camera srl, viale San Michele del Carso 4, 20144 Milan, Italy. info@newoldcamera.it

©2024 NOC Sensei – New Old Camera Srl

 

 

 

2 Comments

  1. Roberto Besana Reply

    …e comunque la forza dell’espressione scritta meglio si manifesta con il b/n che connota meglio la persistenza del tempo, che essendo umano, non ha regole nella mente dando la possibilità di perlustrare nel passato e volando come gli uccelli ripresi verso l ‘idea del futuro che percepiamo

    1. Claudio Trezzani Reply

      Osservazione molto acuta la Tua, carissimo, grazie d’averla formulata e condivisa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *