Inventiva e paternità

“All source files shot by me”, specifica Tommy Ingberg.

Tutti gli scatti che compongono l’immagine sono roba sua, eccioè.

Così si fa.

In un’epoca in cui le capacità generatorie di softwares procurano ausilii che configurano sostituzioni, è ancora nota di spiccato merito fare da sé.

Perchè le “sostituzioni” cui ho appena accennato si riferiscono al baratto del proprio prassuale talento con qualcosa d’altro.

La fotografia, lo sapete, non prescinde dall’apporto materiale.

Apporto materiale che non è del tutto subordinato all’istanza ideativa.

Perché in fotografia il fare non è schiavo del pensare.

Il pensare, per converso, potrebbe essere schiavo del fare quando colui che pensa non sa fare abbastanza.

Per fare occorre saper fare, ed insomma, solo così il pensiero può alatamente dipanarsi.

Anche nelle arti figurative è così, anche questo ben sapete.

L’inventiva, in arte, si nutre di paternità.

Se la mano non partecipa, la mente non può del tutto appropriarsi del risultato.

La mano di Tommy partecipa.

E per fortuna, che partecipa.

Perché è sua carne ogni fotogramma inserito nel generale disegno.

Carne pregiata, per come Tommy trova un fine registro espressivo e lo mantiene.

Ecco, lo mantiene.

Nessuno  – o nessuna cosa, ormai – al di fuori di lui avrebbe potuto esattamente concepire e realizzare il tono, nella scala di grigi, che Tommy aveva in capo, e riprodurlo costante in ogni parte.

Mantenere profuma d’unità.

Sì, l’unità pseudoaristotelica.

Lo sapete, Aristotele aveva principiato teorizzarlo a proposito del teatro, mentre nel ‘500 Ludovico Castelvetro e Giovan Battista Giraldi avevano provveduto ad una più organica fissazione (unità di luogo, tempo, azione).

Tommy eddunque si pone a baluardo di coerenza e genuinità.

Lo fa con sensibilità e rigore.

Sensibilità e rigore al servizio di fervida immaginazione e felicità d’esito.

Ecco, l’esito.

Non basta voler fare, occorre saper fare, dicevo.

E Tommy coniuga l’ispirata idea con sicuro tratto d’alto artigianato.

 

All rights reserved

Claudio Trezzani

https://www.saatchiart.com/claudiotrezzani

 

 

 

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo sito web può essere riprodotta, memorizzata o trasmessa in alcuna forma e con alcun mezzo, elettronico, meccanico o in fotocopia, in disco o in altro modo, compresi cinema, radio, televisione, senza autorizzazione scritta dell’Editore. Le riproduzioni per finalità di carattere professionale, economico o commerciale o comunque per uso diverso da quello personale possono essere effettuate a seguito di specifica autorizzazione rilasciata da New Old Camera srl, viale San Michele del Carso 4, 20144 Milano. info@newoldcamera.it
All rights are reserved. No part of this web site may be reproduced, stored or transmitted in any form or by any means, electronic, mechanical or photocopy on disk or in any other way, including cinema, radio, television, without the written permission of the publisher. The reproductions for purposes of a professional or commercial use or for any use other than personal use can be made as a result of specific authorization issued by the New Old Camera srl, viale San Michele del Carso 4, 20144 Milan, Italy. info@newoldcamera.it

©2024 NOC Sensei – New Old Camera Srl

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *