Il Re dell’Acqua

Essere ad hoc.

Precisamente adatto allo scopo.

Lo è il drone, quando si eleva alla divinità di Nettuno.

Si eleva proprio, e di poco.

E’ questo il segreto della sua unicità, della sua esclusività operativa:
è l’unico dispositivo esistente in grado d’effettuare riprese zenitali a moderata altitudine senza increspare l’acqua.

Che così governa ad libitum.

Si tratti di cogliere grafismi e vividezze in porzione di traghetto.

O dialogo di pontile con natanti.

E soprattutto, piscine.

Sapete, quando protuse in acqua sono fonte di peculiare incantamento.

Acqua corniciata entro acqua, ed insomma.

E se si vuole quella interna di cristallina immotità – non importa quanto il moto ondoso agiti la porzione esterna – il drone è la via.

Insostituibile, tra flutti e frangenti (questi ultimi, metaforici).

Lo sappiamo: in fotografia il mezzo è giusto un mezzo.

Ma quando l’appropriatezza è appannaggio di un’unica tipologia, esso diviene specificatamente irrinunciabile.

 

All rights reserved

Claudio Trezzani

https://www.saatchiart.com/claudiotrezzani

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

error: Alert: Contento protetto!!!