Da croce a statua

Dunque, vediamo, i costi dei droni…

Apparecchio, radiocomando, accessori, albergo…

…albergo?

Sapete, la luce non scherza.

Neppure noi conduttori dei droni, dovremmo.

Così, il controluce è un demone, salvo circostanze d’intenzionale applicazione.

Ergo: in sede pianificatoria, consultare app – ma talora può bastare una carta geografica – per appurare ove batterà il sole, sul soggetto.

Conseguentemente, recarsi sul posto all’ora acconcia.

In “Dronuali Croci” talvolta il sole non era perfettamente alle spalle del soggetto.

Ma quando le …spalle le ha, il soggetto?

Fuor di linguistici bisticci: le croci sono croci, appunto.

Hanno un disegno non complesso, e lineare.

Dunque il controluce – sempre in ordine all’esigenza di ottenere perpendicolarità rispetto al drone, le croci non “possono” essere ritratte in diagonale – nuoce meno che ad altri oggetti. (al massimo con la scritta “Iesus hominum salvator” al contrario, come in una delle quattro fotografie allegate al sunnominato altro articolo).

Ma io un soggetto dotato di spalle – sormontate da ali – l’ho trovato, in cima ad un campanile.

Sì, una dorata statua.

Capirete, non la si può raffigurare di spalle, anche se sormontate da ali.

E allora?

Allora ci vuole l’albergo.

Perché così si può star lì tutto il giorno, in attesa del momento adatto.

Non l’avete fatto?

Sì, anch’io ho peccato.

Mostruoso controluce, si salvi chi può.

Sono i sensori a sensore grande – si fa per dire, nell’attuale temperie dronuale. – a salvarsi.

E qui il sensore era piccolo, peggio ancora.

Perché nessuno si salva davvero, con il controluce pieno.

Neanche sensori che per generosità di superficie sensibile teoricamente offrono una più estesa gamma dinamica.

E siccome la camera d’albergo non è stata pagata, tocca far di necessità virtù.

Oh, non proprio virtù, ché il risultato è comunque pessimo.

E peccato che i droni non recano ancora luci flash, la cosa aiuterebbe non poco.

Nell’attesa, sacrificare.

Sacrificare le alte luci.

Meglio un cielo slavato di una statua scura, intendo.

E se poi volete dinamicamente circumnavigare, anziché staticamente scattare (sorta di ossimoro, questo…)?

Bè, per una volta V’autorizzo a ricorrere a profili “flat”, quelle mezze boiate lì caratterizzate da astrusi ma ricorrenti acronomi.

Sì, se invece che una fotografia è Vostra intenzione realizzare un filmato, semel in anno potrete profittare dell’ausilio di “quelle mezze boiate lì”.

Avrete maggior rumore nelle ombre (oltre all’indesiderato incremento fisiologico proprio del postproduzionale “tirarle su”, le ombre, intendo) e una generale flaccidità, per contenere la quale il Vostro intervento coi cursori e diagrammi sarà tanto più distruttivo quanta ridotto è il “bitteraggio” del file generato, ma a estremi mali, estremi rimedi.

 

All rights reserved

Claudio Trezzani

https://www.saatchiart.com/claudiotrezzani

 

 

 

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo sito web può essere riprodotta, memorizzata o trasmessa in alcuna forma e con alcun mezzo, elettronico, meccanico o in fotocopia, in disco o in altro modo, compresi cinema, radio, televisione, senza autorizzazione scritta dell’Editore. Le riproduzioni per finalità di carattere professionale, economico o commerciale o comunque per uso diverso da quello personale possono essere effettuate a seguito di specifica autorizzazione rilasciata da New Old Camera srl, viale San Michele del Carso 4, 20144 Milano. info@newoldcamera.it
All rights are reserved. No part of this web site may be reproduced, stored or transmitted in any form or by any means, electronic, mechanical or photocopy on disk or in any other way, including cinema, radio, television, without the written permission of the publisher. The reproductions for purposes of a professional or commercial use or for any use other than personal use can be made as a result of specific authorization issued by the New Old Camera srl, viale San Michele del Carso 4, 20144 Milan, Italy. info@newoldcamera.it

©2024 NOC Sensei – New Old Camera Srl

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *