Consapevolezza ed intenzione

In “La Strada & Il Fattore Effe” valutavo le dinamiche espressive di coloro che sfilano in corteo.

La condizione di costoro attiene all’area di semiconsapevolezza, quanto a conscietà di visuale ruolo: sanno di essere guardati, ma non ritengono la loro individualità sia soverchiamente osservata.

Gli attori / acrobati / artisti stradali hanno invece completa contezza delle ripercussioni altrui sulla loro azione: come in teatro, la gente va intenzionalmente a vedere loro, con l’unica marginale differenza di un certo tasso d’alea nella generale attenzione (tra gli astanti vi è anche qualche distratto passante).

Trattasi dunque di categoria in certa misura assimilabile alla ritrazione fotografica in pinacoteche: detiene linguistico senso fotografare attori o quadri, dal momento che essi stessi rivestano rappresentazione in sé bastevole, poiché intenzionale verso la fruizione?

Certo, per i quadri – accanto al proposito fotografico prettamente documentario – esiste una nicchia di professionisti che ritraggono opere di pittori – o scultori – allo scopo di personale narrazione.

E per le persone?

Verrebbe d’argomentare – ma si tratta di un elemento non esaustivo della disanima – che gli attori recitano a copione, ergo la circostanza arreca nocumento alla spontaneità.

In tal guisa cogitando, il pensiero successivo s’attesta sulla considerazione di ciò che rappresenti la spontaneità, nella temperie descritta.

Se cioè essa costituisca un discrimine nell’interesse alla cattura fotografica oppure no.

Ma cosa significa “spontaneità”, nella fattispecie?

Nel caso delle summentovate persone sfilanti in corteo, ciò che essi fanno è solo parzialmente condizionato dal canovaccio (sfilare) in cui sono inserite.

Possono insomma lasciarsi in parte assorbire dai loro propri pensieri, né sono rigidamente vincolati ad un modus operandi.

Ciò genera una componente di imprevedibilità che giova alla ricerca di atteggiamenti stimolantemente inaspettati.

E gli attori?

Pur s’essi hanno un programma obbligato da osservare, svolgendosi il loro operare in una situazione di promiscuità situale (lo scenario è composito, poiché non del tutto rivolto al loro agire) sono virtuosamente permeabili ad interazioni.

Permeabili ad interazioni?

Se il luogo – ad esempio, una piazza – è dispersivamente ampio, è tuttavia concessa licenza ai rimiratori avvicinarsi secondo modalità casuali.

E’ qui che scaturisce la succitata interazione: mentre recitano, gli attori s’avvedono dell’ondivago percorso posto in essere da taluni spettatori e/o fotografi, e ciò non può non influenzarli.

Essi saranno dunque proclivi ad assecondare – seppur in maniera contenuta – tali moti altrui.

Ciò avverrà senza deflettere dalla complessiva sostanza di ciò che hanno preordinato, ma potrà concretizzarsi in estemporanee marginali variazioni.

Potranno eddunque decidere di volgere per breve momento il capo verso colui/colei che sta manifestando maggiore partecipazione, od anche concedersi lievi modifiche del gesto atletico (quando si tratti di acrobati).

Così assistiamo al sorgere di bagliori di spontaneità laddove il lavoro pregressamente studiato s’interfaccia con le reazioni in situ.

Dunque sì, fotografiamo pure gli artisti nell’atto d’esibirsi, qualora ce ne punga vaghezza: nel fondo della nostra motivazione, sarà sempre la ricerca della scintilla a guidarci.

 

All rights reserved

Claudio TreInzzani

https://www.saatchiart.com/claudiotrezzani

 

 

 

 

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo sito web può essere riprodotta, memorizzata o trasmessa in alcuna forma e con alcun mezzo, elettronico, meccanico o in fotocopia, in disco o in altro modo, compresi cinema, radio, televisione, senza autorizzazione scritta dell’Editore. Le riproduzioni per finalità di carattere professionale, economico o commerciale o comunque per uso diverso da quello personale possono essere effettuate a seguito di specifica autorizzazione rilasciata da New Old Camera srl, viale San Michele del Carso 4, 20144 Milano. info@newoldcamera.it
All rights are reserved. No part of this web site may be reproduced, stored or transmitted in any form or by any means, electronic, mechanical or photocopy on disk or in any other way, including cinema, radio, television, without the written permission of the publisher. The reproductions for purposes of a professional or commercial use or for any use other than personal use can be made as a result of specific authorization issued by the New Old Camera srl, viale San Michele del Carso 4, 20144 Milan, Italy. info@newoldcamera.it

©2023 NOC Sensei – New Old Camera Srl

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *