Augé & Il Denso Nerume

Un distributore di carburante nella notte.

Come mi fermo, abbaia un cane.

Non la smetterà, sintanto che non m’allontanerò.

Progressivamente la densa oscurità s’anima d’altri suoni.

Ed aromi.

Fieno, erba tagliata, concime.

Eppure nulla vedo.

La fotocamera, altrettanto.

Il glorioso Nikkor 18 mm f 3,5 AIS cattura il mercantile manufatto come un misterioso edificio incaico.

Regna geometria, puntuti triangoli signoreggiano espandendosi.

Avrei dovuto portare Marc Augé, qui.

Sì, l’autore di “Non-lieux. Introduction à une anthropologie de la surmodernité”.

I nonluoghi, la surmodernità.

Ma qui l’arcaico tende agguati.

Il brigante nasconde tra le fronde l’archibugio.

Lo ha capito anche la macchina fotografica.

Pur sedotta da scintillante svettare, non ha ignorato il minaccioso grumo.

Pullula di vibrazioni , l’intorno.

Cela corposo palpitare, l’impalpabile spazio.

È lì, la vera vita.

 

All rights reserved

Claudio Trezzani

https://www.saatchiart.com/account/artworks/874534

 

 

 

 

Lascia un commento

error: Contenuto protetto. ©NOCSensei