Fuori dall’angolo con Nello Rossi

© Roberto Besana

 

Quando Roberto Besana ha prelevato questa fotografia stava pensando di documentare otticamente una vistosa contraddizione: «Questa banca, – ha scritto accompagnando questa sua bella immagine – non molto diversamente dalle altre, si pavoneggia per i suoi progetti di salvaguardia ambientale, senza riuscire a mantenere in vita un arancio posto davanti alla sua sede…».

Il merito principale di Ando Gilardi è stato quello di avere portato fuori la Fotografia dall’angolo in cui era stata costretta da tanti libri e da ancora più numerosi periodici che avevano fatto credere ai lettori che con lei era nata l’immagine, mentre in realtà l’immagine ottica era la rivoluzionaria evoluzione di una tecnica che era stata scoperta circa quarantamila anni prima.

Per migliaia di anni le immagini manuali hanno potuto rappresentare, soggettivamente, la realtà. Con la scoperta dell’immagine fotografica, sebbene tanti abbiano cercato di svilire la Fotografia assimilandola alle immagini manuali, non è difficile rendersi conto che, con la scoperta dell’icona ottica, è la realtà che, oggettivamente, si autoritrae. Al fotografo resta, ovviamente, una libera scelta: è quella facoltà che, in altri testi, ho definito la «soggettività residua»: quella facoltà che ha suggerito al mio amico di documentare questo arancio avvizzito, invece del prestigioso ingresso della banca o un manifesto che pubblicizza promesse spesso non mantenute.

Nello Rossi 

 

 

 

Roberto Besana (1954), nasce a Monza, risiede a La Spezia. Un lungo passato da manager editoriale giunto sino alla Direzione Generale della De Agostini, coltiva la sua passione per la fotografia operando per lo sviluppo e realizzazione di progetti culturali attraverso mostre, convegni, pubblicazioni. Nella sua fotografia riverbera la sensibilità ai temi ambientali per i quali è attivo nella diffusione di conoscenza e rispetto. Le sue immagini sono principalmente “all’aria aperta”, dove lo portano i passi. Ambiente e paesaggio sono i suoi principali filoni di ricerca. I suoi lavori fotografici sono presenti in libri e quotidiani, siti web, riviste. Al suo all’attivo innumerevoli mostre personali e collettive. Dirige o collabora alla realizzazione di eventi e festival culturali. Membro del comitato scientifico del periodico culturale Globus, curatore editoriale della collana “Fotografia e Parola“ di Oltre Edizioni, ha una rubrica fissa sul periodico .eco e NOCSensei I suoi ultimi libri pubblicati - L’albero, dialoghi tra fotografo e scrittore, 2020 - Il Paesaggio, dialoghi tra fotografia e parola, 2021 - La Sfilata del Palio del Golfo, 2021 - L’acqua, dialoghi tra fotografia e parola, 2022. Nello Rossi è nato a Genova nel 1947, è emigrato a Milano nel 1973, dove ha insegnato qualcosa e appreso molto nei Corsi 150 ore per lavoratori. Verso la metà degli anni Ottanta ha avuto la grande opportunità di conoscere Ando Gilardi e di collaborare a Fhototeca. Da nove anni condivide su varie bacheche in Facebook le proprie riflessioni sulle immagini (“Una foto al giorno leva l’ignoranza di torno”, “Cartoline a Ponzone”, “Cartoline a Ponzone in ritardo”).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *