Pyongyang paranoica,

Scritto per e pubblicato su Witness Journal

 

Visitare la Corea del Nord significa immergersi in un Mondo completamente diverso da quello dominante, potendo conoscere un’umanità che non condivide il Nostro modo di vivere, percorrendo le vie di un Paese che forse, fra qualche anno, saranno Storia.

 

© Federico Ticchi

 

Incrociare gli sguardi di persone con pensieri non assimilabili ai nostri, membri di una popolazione con una contemporaneità che viaggia come parallela al nostro quotidiano, con punti di incontro assai ridotti. Un popolo la cui dialettica egemonica si scontra con il messaggio altrettanto imperante che farcisce il nostro pensiero pubblico.

Il Paese più ermetico al Mondo, nel quale riuscire ad entrare è stato frutto di un lungo percorso con l’Ambasciata della Repubblica Popolare democratica di Corea a Roma, che ci ha indicati come delegati politici e quindi ci ha invitato a partecipare ad un incontro politico internazionale sul Kimilsungismo-Kimjongilismo e sullo Juchè, l’ideologia politica che muove la massa nordcoreana, assieme a delegati politici di Mongolia, Russia, Thailandia, Germania, Inghilterra, Spagna, Giappone.

Una popolazione imperscrutabile, i cui contatti con gli stranieri sono sostanzialmente vietati, appannaggio esclusivo della Nomenklatura del Regime e delle poche altre persone di estrema fiducia dell’apparato. Interazioni indecifrabili, forse sinceri o forse propaganda.

 

Continua a leggere l’articolo su Witness Journal

 

 

 

 

NOC SENSEI è un modo nuovo di vedere, vivere e condividere la passione per la fotografia. Risveglia i sensi, allarga la mente e gli orizzonti. Non segue i numeri, ma ricerca sensazioni e colori. NOC SENSEI è un progetto di New Old Camera srl

Lascia un commento

error: Contenuto protetto. ©NOCSensei