Alberto Dubini. Vita da Palo 2

Io non lo so perché fotografo i pali, ma loro si.

Riguardando certe mie fotografie degli anni ottanta/novanta li ritrovo ben disposti e concludo ricordandomi di essere un fotografo di strada che ha imparato a rispettarli.

 

 

 

Alberto Dubini alcuni anni fa lesse e poi riscontrò nella prassi che per molti fotografi i pali sono degli intrusi e alcuni di loro li tolgono dalle fotografie o li spostano perché “impallano”.

Anche la lapide sulla tomba di Vittorio Gassman reca l’epigrafe: “ATTORE, NON FU MAI IMPALLATO” a testimoniare come il Palo sia sempre stato considerato qualcosa di fastidioso.

 

 

Eppure nella visione di Alberto, i Pali finalmente assumo il ruolo di protagonisti, a volte loro malgrado, a volte con incredibile fierezza.

Il Palo si rivela un soggetto sempre presente, anche quando mimetizzato oppure inglobato dal paesaggio e dalle installazioni urbane.

 

 

 

Infatti i miei pali stanno diventando un pretesto per raccontare la vita dove passa l’umanità.

Questa mia Vita da palo è come una càmola (tarma) che nutro da qualche anno con immagini utilizzando la fotografia.

 

 

 

 

 

NOC SENSEI è un modo nuovo di vedere, vivere e condividere la passione per la fotografia. Risveglia i sensi, allarga la mente e gli orizzonti. Non segue i numeri, ma ricerca sensazioni e colori. NOC SENSEI è un progetto di New Old Camera srl

One Comment

  1. Massimo C. d'Amicis Reply

    Alberto ormai da tempo omaggia quella che credo sia l’opera architettonica più antica dell’uomo.
    E lo fa sempre in tono divertito e originale, ritraendola nelle sue multiformi funzioni odierne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *